Arte per tutti al Pecci

Museo Pecci di Prato

Museo Pecci di Prato

Lunedì 12 gennaio 2015, ore 21. Arte per tutti. L’Arte del dopoguerra dal 1950 al 1985

Stefano Pezzato, introduce ai capisaldi delle neoavanguardie e post-avanguardie. Prosegue Arte per tutti: attività di formazione e sensibilizzazione al Centro Pecci di Prato. Gli incontri, dedicati alla storia dell’arte, dell’architettura, della musica e della danza, hanno l’obiettivo di fornire gli elementi fondamentali che facilitino un dialogo partecipato alle future mostre ed eventi che il Centro Pecci organizzerà nei suoi spazi rinnovati.

L’Arte del dopoguerra, 1950 -1985 è il tema del nuovo ciclo di incontri che ogni lunedì animerà le sale del Centro dalle 21.00 alle 23.00. Ad inaugurare la nuova serie una lecture di Stefano Pezzato che si terrà lunedì 12 gennaio 2015 alle ore 21.00 presso l’auditorium del Centro Pecci di Prato, in viale della Repubblica 277 – ingresso lato Art Hotel. Pezzato condurrà il pubblico in un percorso visivo contrassegnato dalle maggiori personalità artistiche e da una selezione di capolavori dell’arte degli ultimi 65 anni, dal celebre “taglio” di Lucio Fontana fino al blog dell’artista cinese Ai Weiwei. Il tema della lezione, neoavanguardie, post-avanguardie, intende dare continuità al ciclo di lezioni sull’Arte d’avanguardia, 1900-1950 tenutosi tra fine ottobre e dicembre 2014 e introdurre il pubblico ai nuovi cicli di lezioni sull’Arte del dopoguerra, 1950-1985 e sull’Arte a cavallo del XXI secolo, 1985-2015 che avranno inizio il 19 gennaio e si svolgeranno fino al 30 marzo 2015 ogni lunedì sera.

Il 19 gennaio e il 9 febbraio Martino Margheri, responsabile dipartimento educazione del Centro di Cultura Contemporanea Strozzina di Firenze, affronterà lo spostamento del baricentro dell’arte da Parigi a New York, con l’affermarsi della pop art, che ha visto tra i suoi principali protagonisti Andy Warhol, a cui sarà dedicata nel corso del 2015 una serie di mostre in tutto il mondo.

Il 26 gennaio e il 2 febbraio Desdemona Ventroni, cultrice di storia dell’arte contemporanea all’Università di Firenze, analizzerà le tendenze degli anni Settanta che, partendo dal minimalismo hanno portato alla smaterializzazione dell’arte con le ricerche concettuali.

Il 16 febbraio chiuderà il ciclo Alessio Bertini, responsabile lecture ed educazione del Centro di Cultura Contemporanea Strozzina di Firenze, con un’analisi sugli anni Ottanta, dalla transavanguardia fino alle ricerche postmoderne, che continuano ancora oggi a influenzare le giovani generazioni di artisti.

Gli incontri hanno un costo di 5€ per singolo ingresso. Il costo d’abbonamento all’intero ciclo di lezioni è di 20€. L’ingresso è gratuito per gli studenti di ogni ordine e grado.

Info e prenotazioni:  tel. 0574-531820   www.centropecci.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...