Musica spettinata al Bigallo

Musica Spettinata al Bigallo - Firenze

Musica Spettinata al Bigallo – Firenze

Rientrare dalle ferie è sempre un piccolo trauma. Ma basta dare un’occhiata agli eventi in programma e passa subito la nostalgia. Il settembre fiorentino è un vero e proprio spettacolo e l’estate si allunga di un altro mese buono. Aperitivi e serate cittadine in settimana e la domenica in campagna. Domenica 17 settembre tutti al Bigallo per l’evento di Musica Spettinata: aperitivo, atmosfera, musica dal vivo e uno splendido spazio dove rilassarsi e immergersi nella natura, con Firenze a portata di sguardo.

In programma il concerto di: L’Allegro Quartetto Borda e Carmelindo

// area food & beverage

#bigalloeventi #musicaspettinata

• INGRESSO GRATUITO •
╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌
c/o Antico Spedale del Bigallo, via del Bigallo ed Apparita 14

➤ COME ARRIVARE
IN AUTO
🎯: https://goo.gl/maps/8Qu9TkJM6KB2

IN TRENO ED AUTOBUS:
🚍: http://bit.ly/2oD4Jbo (linea 24, Roma 21)
╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌╌
➤ INFO & CONTACTS

info@musicaspettinata.it
Fb: /musicaspettinata
Instagram: @musica.spettinata

● INFORMAZIONI GENERALI:
✆ +39.3408705113

Annunci

Firenze a ritmo Jazz col Fringe Festival

Firenze Jazz Fringe Festival

Firenze Jazz Fringe Festival

Pare che il quartiere più cool al mondo si sia affezionato al ‘titolo’ appena ricevuto e ci tenga a mantenerlo. E se calcisticamente Torino è abituata a sottrarre talenti a Firenze, in questo caso il ‘colpo di mercato’ lo fa l’Estate Fiorentina che si aggiudica il Firenze Jazz Fringe Festival. Un’invasione di musica che scorrerà dal 13 al 17 settembre nelle piazze e negli spazi dell’Oltrarno con performance musicali gratuite.

Un festival diffuso, capace di coinvolgere 21 luoghi della città e oltre 200 artisti che daranno vita a più di 50 performance esclusive per riscoprire l’originalità della musica grazie anche a nuove produzioni e progetti speciali con artisti di fama internazionale.

Si parte subito alla grande nella I edizione del Festival, una manifestazione innovativa e coinvolgente che parte dalla forza espressiva di musicisti del calibro di Bojan Z, Giovanni Falzone, Gianluca Petrella e Gavino Murgia.
Il fiume sarà il filo conduttore del FJFF che animerà le sponde dell’Arno creando un vero e proprio percorso nel quartiere.

Piazza Santo Spirito ospiterà spettacoli delle migliori marching band in circolazione, con performance dalle 19.00, la musica prenderà vita nei locali, nelle piazze, nelle chiese e nei musei fino al fiume, dove, alle 21.00, simbolo di questo festival diffuso, si presenterà Music on the river: su una zattera sull’Arno all’altezza di Ponte Vecchio si presenteranno ogni giorno gli assoli degli alfieri del jazz nostrano: Gavino Murgia (14/9), Francesco Bearzatti (15/9), Achille Succi (16/9) e Giovanni Falzone (17/9), per spostarsi alle 22.15 alla spiaggia sull’Arno dove svetteranno le Night Towers: 3 torri alte 8 metri saranno poste a 21 metri di distanza l’una dall’altra e ognuna ospiterà un musicista delle band composte da 3 elementi. Questo allestimento rivoluziona il vecchio concetto di palco frontale, per mettere al centro della performance il pubblico, una proposta innovativa che genera nuove prospettive fra musicisti e spettatori. Con le torri che definiscono un triangolo equilatero in pianta, lo spettatore al centro e i musicisti attorno, la figura geometrica perfetta permette al pubblico di usufruire di un suono avvolgente, con l’utilizzo di impianti di nuova generazione. Soluzioni simili hanno radici profonde nella storia della musica: se si pensa che lo stesso Stonehenge è risultato essere un luogo dove si ascoltava al centro la musica prodotta dalle pietre in era preistorica, così le Night Towers ospiteranno concerti unici e di grande originalità.

Info e programma su www.fjff.it

Hangar: pronti per un altro viaggio?

Hangar Firenze: riparte un viaggio senza fine

Hangar Firenze: riparte un viaggio senza fine

Lunedì 4 settembre, le vacanze sono ufficialmente finite, pronti dunque per un altro viaggio? Sembra un controsenso ma non lo è, perché siamo sempre pronti a ripartire e Hangar riapre le sue porte per un altro lunghissimo viaggio.
Una settimana per rivedere gli amici, aggiornarsi, sedersi comodamente e brindare, una settimana raccontare quello che abbiamo scoperto quest’estate e quello che vorremmo fare questo inverno, per allungare l’estate prima che si accorcino le giornate.
Apertura dal lunedì alla domenica ore 18.00 – 1.00. Venerdì e sabato 18.00 – 2.00.

E anche se quest’estate avete perso la bussola Hangar è sempre in via dei Pepi 43R

10 anni di Open studio: festa a Villa Romana

villa romana firenze

villa romana firenze

Sabato 2 settembre 2017, dalle 17 alle 2
Villa Romana festeggia i 10 anni di OPEN STUDIOS e lo fa in ottima compagnia:
Andrea Bellu / Matei Bellu, Carina Brandes, Kasia Fudakowski, Stefan Pente, Farkhondeh Shahroudi.
Nelle sale espositive troverete invece: Giuseppe Chiari, Tutta la Musica è la stessa opere della Collezione dei blocchi. Altri progetti in casa: Bassel Al Saadi, Nicholas Vargelis, Mélanie Enrager, Wilhelm Klotzek.
In giardino: Nicholas Vargelis, Untitled (un teatro senza teatro, o come illuminare le luci), 2017, installazione e performance
Philipp Plath, Purgatorio, 2016, 300 ‘, installazione video
Dagmar Varady, Rough, 2017, 11 ‘screening
Azin Feizabadi, GOL-HA, 2005, 10’30 “, screening
Giacomo Zaganelli, la grande griglia, 2017
Gaetano Cunsolo, Come la notte cade … Io comincio a costruire, 2017, performance
Anna Aurigi, performance musicale
Tremolino bar

Villa Romana
Via Senese 68, 50124 Firenze

Musica:
Big Bass & Roi Yeli (Mali / Senegal / Firenze)
Baal & Mortimer con Chris Filippini (Berlino)
DJ Janosch Ulm (Berlino)

Programma:

Ore 17.30
Visita guidata con Angelika Stepken

6,59 pm
Kasia Fudakowski, questa non è una performance, 2014-

19.00
Apertura della mostra con René Block
Giuseppe Chiari, Tutta la Musica è la stessa
(Radio Papesse: interviste audio)

Ore 20.00
Carina Brandes con Fränze Hoppe, 15 ‘, performance

Ore 21.00
Mélanie Enrager, guarda quello che hanno fatto alla mia canzone, 1998 -, 7 ‘, performance

Ore 21.15
Farkhondeh Shahroudi, montagne così in alto pietra non vedeva pietra, mare così profondo acqua non visto acqua, luna sempre glitterata, 45 ‘, prestazioni

Alle 22.00
Wilhelm Klotzek, Teatro dei burattini, 30 ‘

Alle 22.30
Big Bass & Roi Yeli, concerto

Ore 23.00
Baal & Mortimer con Chris Filippini, concerto
Kasia Fudakowski, un vino di un’ora (cultura bevente britannica in un giardino fiorentino), performance

Ore 12.00
DJ Janosch Ulm

Settembre: Prato è spettacolo!

Settembre: Prato è spettacolo! Concerti ed eventi 2017

Settembre: Prato è spettacolo! Concerti ed eventi 2017

Non esiste motivo per cui un fiorentino debba andare a Prato. Così almeno si è pensato per anni. Poi è arrivato il Pecci e, mentre Firenze era immersa nel Rinascimento, Prato guardava al presente e al futuro dell’arte (e delle arti). Oggi Prato è una realtà molto attiva e con una capacità attrattiva capace di smuovere persino un fiorentino (impresa non da poco).
Arte e cultura. Il settembre pratese punta su nomi importanti della musica, ma i concerti che si terranno in piazza Duomo non sono che la punta dell’iceberg. Il richiamo per poi scoprire che c’è molto altro in programma, dalle mostre agli spettacoli teatrali, dall’editoria e musica indipendenti alle visite guidate e agli eventi e laboratori per bambini per un vero e proprio “festival diffuso” come temi e come spazi.

Baustelle in concerto a Firenze

Baustelle in concerto a Prato

Il programma completo

Piazza Duomo

31 Agosto
Brunori Sas | A casa tutto bene tour
Opening act Tommaso Novi
Posto unico parterre in piedi 18 euro + d.p.| Posto unico tribuna a sedere 25 euro + d.p.| Prevendite circuito Box Office Toscana e on line http://www.boxol.it

1 Settembre
Afterhours + Luci della centrale elettrica
Parterre in piedi 25 euro + d.p.| Tribuna a sedere 35 euro + d.p.

2 Settembre
Litfiba

Parterre in piedi 32 euro + d.p.| Tribuna a sedere 42 euro + d.p.

3 Settembre
Baustelle
Opening act Verdiana Raw

Parterre 25 euro + d.p. |Tribuna 35 euro + d.p. |

4 Settembre
Benjamin Clementine
Opening act BIRTHH

Primo settore parterre numerato a sedere 35 euro + d.p. Secondo settore parterre numerato a sedere 30 euro + d.p. Terzo settore posto unico tribuna a sedere 25 euro + d.p.

5 Settembre
Camerata Strumentale Città di Prato

Ingresso libero

La Piazza dei Piccoli

Piazza Santa Maria in Castello e Piazza delle Carceri si trasformano un enorme parco giochi per bambini. Il programma.

Eventi Diffusi

31 agosto
Maciste contro tutti: il grande evento che 25 anni fa fece di Prato la capitale della musica indipendente.

A cura di Fabio Fantini. Progetto prodotto da Fonderia Cultart e Centro Pecci Prato fino al 30 settembre, ingresso libero.

1 Settembre
Sognatori Anonimi
Opere di Martina Futura Caschera, Alessia Castellano, Marino Neri e Beatrice Pucci Ispirate dai sogni dei sognatori anonimi.
Nei giorni successivi la mostra sarà visitabile negli orari d’apertura del museo: martedì, mercoledì, giovedì: 10 -15; venerdì e sabato: 10-19; domenica 15-19. Ingresso 7 euro che include: museo, mostra il Capriccio e la Ragione. Eleganze del Settecento europeo, mostra Sognatori Anonimi.

Riservato ai partecipanti al festival: biglietto ridotto per la mostra 4 euro. A cura di Zappa. Fino al 17 settembre, ingresso libero

2 e 3 Settembre
Fortezza Santa Valvola

2 settembre: Alessandro Fiori / Solki / MiticiGorgi / Daniel D. Demented dj / Fluize.
3 settembre: VO / CRTVTR / Idlegod / Naresh Ran / Bad Girl.
A cura di Santa Valvola Records, Barock, Urban Skatepark, Cencio’s club e le label Diodrone e Millessei dischi. Dalle 18,30. Ingresso libero

2 Settembre
7cori per 7embre

L’Associazione Corale Euphonios cerca di riportare il canto corale in primo piano regalando a tutti una giornata ricca di splendida musica. Il sabato pomeriggio il centro sarà riempito di differenti armonie grazie a numerose formazioni corali provenienti da tutta la Toscana che animeranno le principali piazze di Prato con le loro esibizioni. La sera invece sarà il palco del Giardino Buonamici ad ospitare i cori di spicco della scena musicale corale per un concerto indimenticabile e ricco di emozioni. Dalle ore 18.30, Vie e piazze del Centro Storico.

3 Settembre
Orchestra Nazionale Artes

La più grande struttura interamente privata della Provincia di Prato, la Scuola di Musica Artes organizza corsi di base e di perfezionamento nella sua sede di viale Marconi 36/D a Prato e nelle sedi periferiche in altre Regioni d’Italia. Dirigono i migliori allievi di Florence Conducting Masterclass, il corso di perfezionamento in direzione d’orchestra tenuto dal M° Massimiliano Caldi. In programma musiche di W. A. Mozart, P. I. Tchaikovsky, R. Wagner, L. van Beethoven. Ore 18, Museo del Tessuto.

4 Settembre
XVII Da Sponda a Sponda

Manifestazione ludico/motoria aperta a tutti con percorsi di 5 Km e 10 Km lungo le sponde del Bisenzio. Ore 21, via Santa Trinita | camminata. A Cura di Cai Prato

5 settembre
Di quartiere in quartiere: passeggiata alla scoperta dei 4 rioni della Palla Grossa

Dove si trovava la prima porta Santa Trinita all’interno del quartiere dei Rossi? Dov’è la chiesa di San Marco, che ha dato il nome al quartiere dei Verdi? Tante le curiosità, le storie, gli aneddoti che ci accompagneranno in questo viaggio: scarpe comode e via! Si parte alla scoperta dei Quartieri della Palla Grossa! Quota di partecipazione 5€ (gratuita se in possesso di un biglietto del festival). Ore 18, incontro in Porta Mercatale. Info e iscrizioni: tel: 3405101749 e-mail info@artemiaprato.it

6 settembre
Come sono nati i quartieri della Palla Grossa?

I protagonisti dell’antico torneo della Palla Grossa di Prato sono i quattro rioni in cui è divisa la città, ed ognuno di essi ha un colore e un simbolo. Sapreste abbinare ad ogni quartiere il suo simbolo? Se la risposta è incerta e volete scoprire un pezzo di storia pratese vi portiamo a visitare il salone del consiglio del Comune di Prato, dove sono conservati gli affreschi che raffigurano i simboli delle quattro compagnie armate. Ore 16, incontro in Piazza del Comune.

Quota di partecipazione 5€ (gratuita se in possesso di un biglietto del festival). Info e iscrizioni: tel: 3405101749 e-mail info@artemiaprato.it

7 settembre
Progetto Zero

Dal tramonto fino a tarda notte, un percorso dedicato alla musica elettronica (Guest TBA). A cura di Freaky Deaky. Ore 19, Anfiteatro Museo Pecci.

7 settembre
Settembre per Prama

Una serata per sostenere il progetto Prama della Fondazione Ami.
Aperitivo e musica con Santa Lucia Big Band, swing e latino americano anni ’50. Ore 19, Giardini di Sant’Orsola.

8 settembre
Corteggio Storico

9 settembre
Progetto Zero

Aperitivo, musica e show cooking in collaborazione con “I Frari delle Logge”. Tutte le info su artisti e modalità di accesso a breve disponibili su: http://www.freakydeaky.it. Ore 17, Castello dell’imperatore.

9 e 10 Settembre
Oioi minimarket di editoria indipendente

Editoria indipendente, autoproduzioni, illustrazione, grafica e fotografia, con uno sguardo alle arti contemporanee al nuovo e al diverso. Info: infooioifestival@gmail.com. Ore 16-24, Giardino Buonamici.

10 settembre
Vero su bianco

Spettacolo di Riccardo Goretti e Edoardo Nardin, ingresso libero. Ore 21, Giardino Buonamici.

10 Settembre
Maciste contro tutti 25 anni (1992 – 2017)  Epica Etica Etnica Pathos

ore 21, Anfiteatro Centro Pecci.

16 Settembre
Inaugurazione bassorilievo e spettacolo “Autoanalisi”

Sarà inaugurata, alla presenza delle autorità, l’installazione di un bassorilievo ceramico, dedicato al mondo del lavoro tessile, realizzato dall’artista Leonetto Tintori e donato dal C.R.A.L. del Lanificio “L. Pecci”. A seguire aperitivo/cena e successivamente spettacolo di cabaret a cura della Compagnia “La 5° abbondante” con la regia di Paolo Gonfiantini. Ingresso gratuito all’intero evento senza necessità di prenotazione. Info: tel. 347 8293472
A cura di Laboratorio per Affresco. Ore 18,30, Museo del Tessuto.

16 e 17 Settembre
Foto Gang

È una libreria indipendente. Nato come un evento itinerante, Foto Gang è già stato ospitato allo Spazio Boss a La Spezia, Spazio Raw a Milano, Xframe Studio a Venezia, Fondazione Studio Marangoni a Firenze. Lo scopo di questa iniziativa è la diffusione di creazioni editoriali indipendenti dando una vetrina ad autori, collettivi e case editrice indipendenti internazionali. Saranno anche organizzate presentazioni, proiezioni, atelier sempre legati al tema dell’editoria e della fotografia, aperti a un pubblico di ogni età e curiosità.

A cura di Simone Ridi, CUT Circuito Urbano Temporaneo, Zine Tonic, Quilombo. Quilombo, via Santa Chiara.

Bobo Rondelli al Flower di Firenze

Bobo Rondelli in concerto a Firenze

Bobo Rondelli a Firenze

Dopo la proiezione di Ovosodo di ieri (a 20 anni dall’uscita del film) stasera un altro appuntamento da non perdere con un grande artista. Assolutamente livornese, decisamente toscano, ma anche sicuramente italiano, Bobo Rondelli è l’ospite di martedì 29 agosto al Flower, il nuovo locale al Piazzale Michelangelo di Firenze. Dal vivo e non solo sarà intervistato per la rassegna talk (radio) show di Controradio Firenze condotta da Raffaele Palumbo.

Il cantautore e musicista Bobo Rondelli si racconta: la poesia, la letteratura, le storie della sua Livorno, di cui si trova traccia in ogni canzone. Ma non solo, Bobo Rondelli parlerà in anteprima di “Anime Storte”, il suo nuovo lavoro in uscita in autunno.
Un incontro più intimo e non urlato, per conoscere uno dei cantautori toscani più apprezzati e seguiti.

Il quartiere più cool al mondo? È a Firenze

San Frediano a Firenze è il quartiere più cool al mondo

San Frediano a Firenze è il quartiere più cool al mondo secondo Lonely Planet

Una classifica dei quartieri più cool del mondo dove Firenze (con San Frediano) si piazza in cima ad una lista che vede New York, Londra, Rio de Janeiro e Dubai è fantascienza anche per il più sfegatato dei fiorentini. E invece è pura realtà. A decretarlo niente meno che Lonely Planet, la bibbia dei viaggiatori che incorona San Frediano in cima alla classifica dei quartieri più ‘cool’ e quindi attivi, interessanti e creativi del mondo.

E non è difficile notare che i fiorentini adorano la loro città oltre ogni altra cosa. Sicuramente “la più bella al mondo”, per non parlare del fatto che tutto è nato a Firenze, a partire ovviamente dalla lingua italiana. L’immenso genio di Leonardo poi ha inventato talmente tanto (in ogni campo) che riesce davvero a dare un elemento di concretezza a tale teoria. Ma, nonostante questo amore passionale, nemmeno il più campanilista affermerebbe che Firenze ha la scena più “cool” del mondo. E invece pare che sia così.

Se poi lo dicono gli altri vale doppio. La sponda sud dell’Arno si aggiudica l’oro, grazie ad una scena attiva e sempre in fermento; grazie ai bar e locali sempre nuovi che sono ormai abituati a dialogare con una clientela locale ma anche altamente cosmopolita. Chi cerca la vera anima della città attraversa il ponte. Gli altri, quelli che si accontentano di segnare sulla “to do list” Duomo, Ponte Vecchio, Accademia e Palazzo Vecchio sotto la voce “seen” (mica poco per carità) si fermano nel cerchi magico del centro storico classico e nemmeno attraversano il fiume, se non al massimo per “spuntare” anche Palazzo Pitti.

Oltre il fiume c’è un’altra città da scoprire, fatta di botteghe artigiane, di locali e ristoranti, di piazze e di chiese, ma soprattutto di persone e con uno spirito unico e ancora autentico. I fiorentini lo sapevano già, ora lo sanno anche gli altri.

Questo l’articolo originale.
Questa invece una breve lista di locali e posti da non perdere in Oltrarno:
Gelateria della Passera: per iniziare nel migliore dei modi con un buon gelato artigianale.
Ceri Vintage: un tuffo nel passato in una via tutta da scoprire tra antiquari e negozi unici.
Italian Tapas: dal pranzo fino al tardo dopo cena, meraviglie da bere e da mangiare per soddisfare a pieno vista e, soprattutto, palato.
Jane Harman: la versione rivisitata della storica bottega artigiana. Tradizione e lavoro ma anche innovazione e creatività, il legno a 360 gradi.
Santo Spirito: sua Maestà, merita una lunga sosta ad ammirare la facciata, semplice e perfetta nelle sue forme e anche ovviamente un giro alla scoperta dell’interno
La Cité: ormai un punto di riferimento culturale che offre sempre qualcosa di diverso, dalle presentazioni ai concerti, oltre ovviamente ai libri e al cafè.
Gustapizza: buona, semplice, immediata e spartana. Così è la pizza, da mangiare in un piccolo tavolo o direttamente sugli scalini della chiesa.
CanGo: l’espressione del corpo prende forma alCentro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza di Virgilio Sieni.
Oltre ovviamente ai già citati nell’articolo Gesto, Mad Souls & Spirits e Kawaii.

Ma sarebbero davvero troppi i posti da elencare. Quali sono i vostri preferiti?