Da Firenze ad Afrin

Da Firenze ad Afrin

Da Firenze ad Afrin

Una finestra sulla Siria la apre la Facoltà di Architettura di Firenze con: 48h DA FIRENZE AD AFRIN. Una due giorni di attività, incontri, musica e iniziative in sostegno ad AFRIN.
Appuntamento dal 23 al 25 marzo alla facoltà di Santa Verdiana: formazione, solidarietà e partecipazione. 
L’università di Architettura rimarrà aperta, diventando un luogo di confronto per dare l’importanza che merita a questa situazione. Invitando tutte e tutti a partecipare.

Il totale ricavato delle tre giornate di iniziativa sarà devoluto al Coordinamento Toscano per il Kurdistan e la Mezzaluna Kurda Toscana.

Durante l’iniziativa ci sarà il mercato contadino e il mercato dell’usato.

PROGRAMMA (work in progress)
– VENERDì 23:

Dalle 19:00h
Artist Call:
Live Painting tema Rivoluzione del Rojava con vari artisti del panorama fiorentino

Mostra fotografica:
“I Bambini del Sole” del campo profughi di Beshir/Batman nel Kurdistan turco (Bakur).
Nel 2014 la comunità Yazida ha dovuto abbandonare le proprie case attaccate dall’ISIS e fuggire nei territori del Kurdistan iracheno (Bashur) e nel Kurdistan turco (Bakur). Nel Kurdistan turco è stato creato il campo profughi di Beshir/Batman gestito dalla comunalità kurda della città di Beshir/Batman.

Proiezioni e musica:
19:00h
Machine Funk
Dj Kalè

21:00h
Proiezione del documentario TERRA DELLE ROSE
I colori e la cultura del Bakur raccontati tramite gli occhi delle donne che hanno scelto di combattere nelle YPJ.

– SABATO 24:

11:00h
Incontro con Mezza Luna Curda che si occupa del sostegno sanitario nelle zone del conflitto nel Nord della Siria.

11:00h
Mercato del riuso Di Mano In Mano PER AFRIN (Edizione straordinaria ) e Mercato Contadino di Mondeggi Bene Comune con la rete Genuino Clandestino.

15.00h
Incontro con Claudio Locatelli – Il giornalista combattente
Giornalista e attivista esperto di medio oriente, combattente YPG nelle battaglie di Tabqa e Raqqa contro l’ ISIS.

16.00h
Proiezione del documentario Binxêt – Sotto il confine di Luigi D’Alife.
Binxêt – Sotto il confine è il primo documentario che racconta, con immagini esclusive, la guerra al popolo curdo dopo l’accordo stretto tra UE e Turchia. Un viaggio sui 911km del confine tra Turchia e Siria accompagnati dalla voce di Elio Germano, un racconto di denuncia sulle pesanti responsabilità dell’Europa nel sottoscrivere un accordo che violenta le vite di migliaia di persone.
Storie di uomini, donne e bambini che sono l’immagine del non arrendersi.

19:00h
Cortometraggio Entrelazando

20:30h
Serhat musica curda
Dj Set Arkè
Serata TropicalBeat

DOMENICA 25:

11.00h
Ricostruzione e distruzione nei territori autogestiti.
-Prima parte: Introduzione e testimonianze, la ricostruzione dal basso e la città nell’autogestione, confronti fra le ricostruzioni post sisma in Italia e la ricostruzione a Kobane dopo l’attacco dello stato islamico.
-VIDEOCONFERENZA con un membro dell’associazione degli architetti di Amed (Dyarbakir) che ha seguito la ricostruzione di Kobane e testimoniato la distruzione dei centri storici da parte del governo turco.
-Parte due: La distruzione dei centri storici nel Bakur (Kurdistan turco), eliminare una cultura privandola del suo tessuto urbano storico. Il ruolo delle istituzioni internazionali e delle università nella tutela del patrimonio di popolazioni sotto aggressione militare.
ILARIA AGOSTINI (Urbanista e ricercatrice presso l’Università di Bologna). Espulsione della popolazione dai centri storici italiani sotto la pressione del turismo massivo e la speculazione, il ruolo delle scelte urbane nel diritto alla città.

12:00h
Proiezione del documentario TERRA DELLE ROSE
I colori e la cultura del Bakur raccontati tramite gli occhi delle donne che hanno scelto di combattere nelle YPJ.

15.00h
Tre studentesse Unifi tornate dal Kurdistan racconteranno l’esperienza rivoluzionaria della Siria del Nord.
Tre studentesse hanno avuto l’occasione, come parte della delegazione italiana d InfoAut, di visitare sia la Siria del nord (Rojava), sia Maxmur, nel Kurdistan iracheno (Bashur).
Malgrado la distanza geografica, in Rojava e in Bashur, c’è chi combatte quotidianamente per costruire un modello di società i cui valori ci sono molto vicini.

16.30h
La guerra siriana attraverso le mappe interattive
I nuovi strumenti digitali di informazione nelle aree in conflitto, ripercorriamo le tappe della guerra siriana attraverso gli strumenti di geolocalizzazione delle informazioni provenienti dai social.

Collettivo Da Rifredi ad Afrin
https://www.facebook.com/events/419000361854991/

17.00h
Mimmy & Qahwa (afrofunk / boogie / hip hop)

-18.00
Dibattito con interventi di testimoni del conflitto ad Afrin e in Rojava

20:00h
Assemblea pubblica
Siete tutti invitati a partecipare

21:30h
Serata musicale con:
Ninjaz Numa Crew showcase + AntifaFlow MC cypher hosted by Tullo’s Nanne (grime / hip hop)
Lu Turcu Selectah (reggae)

Tutto il ricavato BENEFIT sarà devoluto al Coordinamento Toscano per il Kurdistan e Mezzaluna Rossa Kurda

Il programma è in continuo aggiornamento, stay tuned
#GlobalDayOfActionForAfrin

Annunci

Italian Tapas: dal 27 novembre a Firenze

Italian Tapas - ristorante, bar, locale a FirenzePronti? Domenica 27 novembre apre un nuovo spazio a Firenze.
Italian Tapas è un locale, un bar, un ristorante e molto altro. Entrando dalla porta in via S.Agostino scoprirete un luogo versatile dove è possibile gustare piatti sfiziosi in un ambiente rilassante e divertente.
Un nuovo modo di bere e mangiare, uno spazio tutto da scoprire, ad un passo da Santo Spirito. Italian Tapas vi aspetta fino a tardi in via s.Agostino 11r, Firenze.

Non il solito ristorante. Italian Tapas apre con una personalità forte e spiccata. Lo si percepisce subito appena varcata la porta d’ingresso. Uno spazio che racconta bene quella che è l’idea alla base, quella di creare un ristorante e bar diverso dal solito, che vuole coniugare un’atmosfera leggera ed allegra ed un servizio easy, ma attento, con piatti in versione tapas.

Originale, e perfettamente in linea, anche la scelta di non affidarsi ad un’inaugurazione ufficiale, ma diversi giorni di pre-apertura dedicati a far testare la buona riuscita della cucina e del servizio. Tutti gli ospiti selezionati, a fine cena, hanno giudicato i vari elementi che compongono il locale, dallo staff, al servizio, fino, naturalmente, alla cucina.

Italia Tapas:
Italian Tapas è un rifugio dove poter sorseggiare un drink, assaporare un bicchiere di vino o una birra, oppure gustare qualche gustosa ricetta di cucina italiana, tradizionale, creativa, vegana e vegetariana, così da soddisfare ogni desiderio.
Il locale, aperto dalle 19 di sera fino alle 24, sarà animato da musica di sottofondo, 3 tipi diversi di proposte gastronomiche, una carta dei vini piccola, ma ben calibrata, dove si potranno trovare cantine anche meno conosciute, birre, e cocktail, dai più classici a quelli più di tendenza.
Il servizio sarà all’insegna dell’informalità e della semplicità, pensato anche per chi vuole mangiare velocemente, ma senza rinunciare alla qualità ed allo star bene.
Da Italian Tapas una volta seduti si potrà ordinare allo staff di sala e poi ci si potrà servire da soli. Da Italian Tapas non ci sarà alcun supplemento per il coperto.

Il menu, fiore all’occhiello del locale, proporrà quattro percorsi gustativi:

Tapas italiane: tapas che percorrono il nostro Paese ispirandosi alle tradizioni regionali

Tapas Veg and Vegan: tapas per chi predilige una cucina particolare, improntata sul motto del “cibo sano”, o su di una propria filosofia di vita.

Tapas creative: tapas che esprimono al massimo l’estro di Marco, chef e patron di Italian Tapas.

Italian Tapas è a Firenze in via Sant’Agostino 9 rosso. Lo potete scoprire a partire da domenica 27 novembre.

Italian Tapas – via Sant’Agostino 11 R Firenze
Orari: dalla domenica al mercoledì 18.30 – 00.00. Cucina dalle 19 alle 23.30
dal giovedi al sabato 18.30 – 1.00. Cucina dalle 19 alle 00.00
Senza prenotazione

Open Day alla Fondazione Michelucci

fondazione-michelucci-open-daySabato 22 ottobre – Open Day alla Fondazione Michelucci
Una giornata speciale con tanto di apertura straordinaria della splendida Villa “Il Roseto” a Fiesole, per presentare il calendario delle attività autunnali degli Amici della Fondazione.

Dalle ore 14:30 alle 18:30 amici, sostenitori e semplici curiosi saranno accompagnati alla scoperta della casa di uno dei protagonisti dell’architettura italiana del Novecento, che con la costituzione della Fondazione nel 1982 è diventata un centro studi di ricerca nei campi dell’urbanistica, dell’architettura moderna e dell’habitat sociale.

L’Open Day autunnale vuole essere un momento di ritrovo con gli Amici della Fondazione, ma anche, e soprattutto, di condivisione e confronto con tutti coloro che non hanno mai visto Villa “Il Roseto” e conoscono la figura di Giovanni Michelucci solo marginalmente.

________________________
PROGRAMMA dell’OPEN DAY

Tra le attività in programma per l’Open Day sono previste visite guidate alla Villa “Il Roseto” attraverso un percorso tematico legato alla concezione dell’artigianato secondo Michelucci, delineando aspetti inediti della sua opera.

MICHELUCCI E LE ARTI. Disseminati in tutte le stanze della Fondazione si potranno ammirare quadri, sculture e oggetti che testimoniano i rapporti umani che Giovanni Michelucci intesseva con artisti e artigiani, tanto da coinvolgerli spesso nella realizzazione degli apparati decorativi delle sue opere.

CROWDFUNDING PER IL GIARDINO. Oltre alla vista mozzafiato sul panorama di Firenze, uno dei punti di forza della Fondazione è il giardino: spazio di contemplazione e di ritrovo per Michelucci. Durante l’Open Day verrà presentato il futuro progetto di riqualificazione da sostenere attraverso una campagna di crowdfunding che mira all’apertura di questo spazio privato alla comunità grazie ad un intenso programma di attività culturali in collaborazione con le associazioni del territorio. Sarà l’occasione per condividere idee e ripensare insieme un futuro per questo meraviglioso luogo.

INSTAMEET. gli instagramer e tutti i visitatori armati di smartphone saranno invitati a condividere foto e video sui social network utilizzando gli hashtag #fondazionemichelucci e ‪#‎giovannimichelucci o taggando gli account ufficiali della Fondazione Michelucci (Facebook: Fondazione Giovanni Michelucci onlus; Twitter: @FGMichelucci; Instagram: @fondazionemichelucci).

___
OPEN DAY ALLA FONDAZIONE MICHELUCCI
Sabato 22 ottobre 2016
Dalle ore 14:30 alle ore 18:30
Fondazione Giovanni Michelucci – Via Beato Angelico, 15 50014 – Fiesole

La partecipazione all’Open Day è gratuita e aperta al pubblico.
Le visite guidate alla Fondazione hanno una durata di circa 40 minuti e si tengono ogni ora a partire dalle ore 15:00.

A un passo da Le Corbusier

Architettura a Firenze

Architettura a Firenze

Dal 10 dicembre alle 15:00 al 11 dicembre alle 19:00
Vivere a casa di Le Corbusier. Nella prima tappa delle giornate di studio “A un passo da Le Corbusier. Strategie abitative nel XXI secolo” due video ci racconteranno l’esperienza dell’artista Cristian Chironi e del suo progetto “My house is a Le Corbusier” durante la sua permanenza nelle case di Parigi e Bologna. Dal 19 novembre all’11 dicembre mostra e proiezioni video a Palazzo S.Clemente via Micheli, 2.
Le giornate di studio si svolgeranno giovedì 10 e venerdì 11 dicembre presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, con la partecipazione di Lorenzo Perra, Saverio Mecca, Isabelle Mallez, Cristian Chironi, Bénédicte Gandini, Valentina Gensini, Patrizia Mello, Tommaso Sacchi, Andrea Volpe, Ezio Godoli, Corinna Vasic, Susanna Caccia.

Le Murate. Progetti Arte Contemporanea – Piazza delle Murate, Firenze. info: LinkFB

 

Eventi al Florence Design Week

florence-design-week

florence-design-week

Giovedì 28 maggio – ore 19 – Souvenir: Aperitivo Speciale@Officine Nora
In occasione di Florence Design Week un aperitivo in cui il pubblico sarà invitato a partecipare, ad assistere o a diventare parte della creazione di un oggetto o un gioiello che porti con sé emozioni e ricordi, un souvenir di Firenze e della serata.
Officine NORA – via dei Preti 2-4r, LinkFB

Dalle smart cities all’ eco-lusso, passando per il turism design: tanti i temi al centro della Florence Design Week, che torna dal 27 al 31 maggio a Firenze con un’edizione dedicata alle città creative, per uno scambio culturale tra le capitali mondiali più innovative nel settore del design. Anche questa edizione decine di eventi a ingresso libero, installazioni, mostre e incontri a respiro internazionale.

Alle Murate la mostra “V4 Young Design & Spring Emotions”: un viaggio in Europa in uno spazio progettato da otto giovani designer under 35 che si raccontano tramite le loro opere. Ma anche l’esposizione “Design your Innsbruck!”, un viaggio attraverso architettura, design e le strade della città austriaca.

La Biblioteca Nazionale ospiterà invece “From sea to shining sea”, una mostra dedicata alla Campagna Save the Arctic di Greenpeace. Tra le location che ospiteranno i designers e gli artisti di Florence Design Week, un ricco circuito si snoda tra il Museo Gucci e il Museo Ferragamo, in un itinerario insolito di studi aperti, shops e gallerie.

Date un’occhiata al programma. Non c’è che l’imbarazzo della scelta. www.florencedesignweek.com

Florence Design Week

florence-design-week

florence-design-week

Dalle smart cities all’ eco-lusso, passando per il turism design: tanti i temi al centro della Florence Design Week, che torna dal 27 al 31 maggio a Firenze con un’edizione dedicata alle città creative, per uno scambio culturale tra le capitali mondiali più innovative nel settore del design. Anche questa edizione decine di eventi a ingresso libero, installazioni, mostre e incontri a respiro internazionale.

Alle Murate la mostra “V4 Young Design & Spring Emotions”: un viaggio in Europa in uno spazio progettato da otto giovani designer under 35 che si raccontano tramite le loro opere. Ma anche l’esposizione “Design your Innsbruck!”, un viaggio attraverso architettura, design e le strade della città austriaca.

La Biblioteca Nazionale ospiterà invece “From sea to shining sea”, una mostra dedicata alla Campagna Save the Arctic di Greenpeace. Tra le location che ospiteranno i designers e gli artisti di Florence Design Week, un ricco circuito si snoda tra il Museo Gucci e il Museo Ferragamo, in un itinerario insolito di studi aperti, shops e gallerie.

Date un’occhiata al programma. Non c’è che l’imbarazzo della scelta. www.florencedesignweek.com

Philippe Daverio a Firenze

Philippe Daverio professore di architettura a Firenze

Philippe Daverio professore di architettura a Firenze?

Ma che Daverio? Dopo la notizia di Philippe Daverio come  possibile professore di Architettura a Firenze, arriva davvero. Ma non ad insegnare, almeno per ora.
Domenica 19 gennaio all’Odeon di Firenze riparte il ciclo di incontri con i protagonisti del panorama culturale italiano. Dalle 10.30 alle 13.00, ingresso libero fino a esaurimento posti. Il 19 arriva Philippe Daverio: una conversazione con il grande esperto/amante/antropologo dell’arte su “Il periodo incendiario futurista a Firenze”.

Cinema Odeon | Piazza Strozzi 2 | Firenze