Scopri un’altra città con Secret Florence

Secret Florence 2018 - spazi ed eventi da scoprire in città

Secret Florence 2018 – spazi ed eventi da scoprire in città

Nuovi scenari tutti da scoprire e un “best of” delle realtà più attive sulla scena locale.
Secret Florence torna nella sua terza edizione con una proposta artistica innovativa e di qualità, realizzata grazie alla collaborazione con: Tempo RealeFabbrica EuropaLo schermo dell’arteMusicus ConcentusCompagnia Virgilio Sieni Cango

PROGRAMMA

Ven. 8 giugno, ore 21.15
Sala Vanni
MUSICUS CONCENTUS
PETER BRODERICK
[anteprima Secret Florence 2018]
Posti limitati (max 160 persone)
Box Office/TicketOne €5 + dp
Acquisto in cassa €10

Sab 9 giugno, ore 18 e 19
Planetario / Fondazione Scienza e Tecnica
TEMPO REALE
PAESAGGIO NOTTE
Marcus Schmickler
Posti limitati (max 40 persone)
Biglietto €5
Prenotazione: prenotazioni@temporeale.it

Sab 9 e Dom. 10 giugno, ore 21
Sala Ghiberti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze
FABBRICA EUROPA
BENOÎT LACHAMBRE / PAR B.L.EUX
LIFEGUARD
Posti limitati (max 100 persone)
Biglietto €10
Prenotazione: 0552638480

Lun. 11 giugno, ore 19.30 > 21.30
Tepidarium Del Roster
VIRGILIO SIENI | CENTRO NAZIONALE DI PRODUZIONE
LE BAGNANTI
Archeologia del gesto
Installazione/performance
Ingresso libero, prenotazione obbligatoria
Prenotazione: biglietteria@virgiliosieni.it

Mart. 12 giugno, ore 21
Cinema La Compagnia
LO SCHERMO DELL’ARTE FILM FESTIVAL
DOWNTOWN 81
di Edo Bertoglio, 75′
+
BOOM FOR REAL: THE LATE TEENAGE YEARS OF JEAN-MICHEL BASQUIAT
di Sara Driver, 78′
Ingresso libero su prenotazione fino a esaurimento posti
Prenotazione: info@cinemalacompagnia.it

Merc. 13 giugno, ore 19
Planetario / Fondazione Scienza e Tecnica
TEMPO REALE
PAESAGGIO NOTTE
Elliott Sharp
Posti limitati (max 40 persone)
Biglietto €5
Prenotazione: prenotazioni@temporeale.it

Giov. 14 giugno, ore 19
Chiostro del Convento del Carmine
MUSICUS CONCENTUS
SIMONE GRAZIANO NAOMI BERRILL DUO
Posti limitati (max 200 persone)
Box Office/TicketOne €5 + dp
Acquisto in cassa €10

Ven. 15 giugno, ore 19
Planetario / Fondazione Scienza e Tecnica
TEMPO REALE
PAESAGGIO NOTTE
Francesco Cigana
Posti limitati (max 40 persone)
Biglietto €5
Prenotazione: prenotazioni@temporeale.it

Sab. 16 giugno, ore 21.30 > 23.30
Studio Savioli al Galluzzo
TEMPO REALE
GIUSEPPE CHIARI/LA LUCE
Installazione audiovisiva
Ingresso libero a piccoli gruppi

Aggiornamenti su: evento Fb

Porte Aperte: spazi condivisi a Le Cure

Porte Aperte: spazi condivisi nel quartiere de Le Cure

Porte Aperte: spazi condivisi nel quartiere de Le Cure

A primavera la città si schiude e mostra il suo lato più bello. Ma non sono solo i giardini, le rose, gli iris e i glicini, il 14 e 15 aprile anche un quartiere di Firenze si apre per una nuova interazione. Siamo alle Cure, per un intero fine settimana da vivere a “Porte Aperte“.

L’evento nasce dalla necessità di creare un’interazione tra luoghi privati e realtà attive sul territorio facendole dialogare tra loro e aprendole ad un pubblico più ampio.

Sarà l’arte a mettere in connessione i luoghi e le persone attraverso un percorso che si snoda tra i muri e le strade del quartiere. La prima edizione di Porte Aperte si svolge alle Cure, e non è un caso. Le Cure non è il centro storico e nemmeno un rifugio bohemien come “il quartiere più cool del mondo”, non ci sono locali nella zona e il ritmo è quello di un piccolo borgo, tanto vicino al centro quanto idealmente lontano dalla Firenze turistica. Eppur si muove. Sono tante le realtà attive nel quartiere, associazioni che svolgono un lavoro fondamentale sul tessuto sociale, eccellenze fiorentine ma anche realtà di respiro internazionale.

L’arte è la chiave di volta, capace di trasformare un sottopassaggio pedonale in una galleria di arte moderna con opere in continua evoluzione.

Nella due giorni si apriranno le porte di diversi spazi ma anche quelle di alcune case private per dare vita ad un’interazione nuova e diversa. Un viaggio alla scoperta delle attività che animano la vita del quartiere.

Arte, musica, teatro, poesia, laboratori, incontri e soprattutto spazi e persone da scoprire.
Ci vediamo il 14 e 15 aprile per una “caccia al tesoro” tra le strette vie del quartiere alla scoperta di luoghi e realtà di grande valore.

Il Programma

SABATO 14 Aprile

10,30-12,30 // Officina / Paper bum bum, laboratorio Metodo Munari. (A pagamento – su prenotazione: lofficinadibarbarella@gmail.com)
12-13 // Vivaio / Lezione di Yoga, Qi Gong e TaiChiChuan (su prenotazione: info@jiva.it)
13-16 // Fare Spazio / Punto ristoro per pranzo. Attività di video racconto collettivo a cura di Rodef Group aperta a tutti i partecipanti.
16:30-17:30 // Le Curandaie / Inaugurazione Mostra fotografica di Federica Cucchi (aperta fino alle 19.30)
15-18 // Casa Michele Chiocciolini / allestimento a cura di MEP (Movimento Emancipazione della Poesia)
17-20 // Studio Pierallini – Virdis / Mostra fotografica di Davide Virdis (ore 17) e performance di Manuela Mancioppi “A proposito di relazioni” (ore 18)
17-19 // Monogrid / Esposizione e demo degli ultimi progetti su augmented reality, digital e virtual reality.
19-20 // Sachiko Bradley & Co / concerto Dyonisus (su prenotazione: info@sachikodesign.com)

DOMENICA 15 Aprile

14-21 // Officina / Ristoro in Bottega + Hopnn in mostra (street art)
15-16 // Vivaio / Lezione aperta ed esibizione di capoeira con Grupo Escola Regional
16-17 // Porte Aperte #10 / Laboratorio di collage con Zellart. (A pagamento – su prenotazione: florenceliveexperience@gmail.com)
17-20 // Studio Pierallini – Virdis / Mostra fotografica di Davide Virdis
17-18:30 // Officina / performance Tra Un Passo E Un Altro È Un Po’ Come Cadere_manifesto fisico per un nuovo equilibrismo
19-23 // Officina / Dj set conclusivo e bottega del pane cocktail bar

SEMPRE APERTI

Mostra Davide Virdis: sabato (17-20) e domenica (17-20)
Mostra Curandaie: sabato (16.30 – 19.30)
Sachiko Bradley & Co: sabato (14-20) e domenica (14-19)
Street art tour:
– Sottopasso di Piazza delle Cure
– Sottopasso di Via Faentina
– MEP (vari luoghi)
– Opera di Hopnn in Officina (visibile domenica ore 14-23)

Evento FB: http://bit.ly/porteap

Per info: porteapertemail@gmail.com

 

10 anni di Open studio: festa a Villa Romana

villa romana firenze

villa romana firenze

Sabato 2 settembre 2017, dalle 17 alle 2
Villa Romana festeggia i 10 anni di OPEN STUDIOS e lo fa in ottima compagnia:
Andrea Bellu / Matei Bellu, Carina Brandes, Kasia Fudakowski, Stefan Pente, Farkhondeh Shahroudi.
Nelle sale espositive troverete invece: Giuseppe Chiari, Tutta la Musica è la stessa opere della Collezione dei blocchi. Altri progetti in casa: Bassel Al Saadi, Nicholas Vargelis, Mélanie Enrager, Wilhelm Klotzek.
In giardino: Nicholas Vargelis, Untitled (un teatro senza teatro, o come illuminare le luci), 2017, installazione e performance
Philipp Plath, Purgatorio, 2016, 300 ‘, installazione video
Dagmar Varady, Rough, 2017, 11 ‘screening
Azin Feizabadi, GOL-HA, 2005, 10’30 “, screening
Giacomo Zaganelli, la grande griglia, 2017
Gaetano Cunsolo, Come la notte cade … Io comincio a costruire, 2017, performance
Anna Aurigi, performance musicale
Tremolino bar

Villa Romana
Via Senese 68, 50124 Firenze

Musica:
Big Bass & Roi Yeli (Mali / Senegal / Firenze)
Baal & Mortimer con Chris Filippini (Berlino)
DJ Janosch Ulm (Berlino)

Programma:

Ore 17.30
Visita guidata con Angelika Stepken

6,59 pm
Kasia Fudakowski, questa non è una performance, 2014-

19.00
Apertura della mostra con René Block
Giuseppe Chiari, Tutta la Musica è la stessa
(Radio Papesse: interviste audio)

Ore 20.00
Carina Brandes con Fränze Hoppe, 15 ‘, performance

Ore 21.00
Mélanie Enrager, guarda quello che hanno fatto alla mia canzone, 1998 -, 7 ‘, performance

Ore 21.15
Farkhondeh Shahroudi, montagne così in alto pietra non vedeva pietra, mare così profondo acqua non visto acqua, luna sempre glitterata, 45 ‘, prestazioni

Alle 22.00
Wilhelm Klotzek, Teatro dei burattini, 30 ‘

Alle 22.30
Big Bass & Roi Yeli, concerto

Ore 23.00
Baal & Mortimer con Chris Filippini, concerto
Kasia Fudakowski, un vino di un’ora (cultura bevente britannica in un giardino fiorentino), performance

Ore 12.00
DJ Janosch Ulm

Da Kandinsky a Pollock. L’arte dei Guggenheim a Firenze

Kandinsky in mostra a Firenze

Kandinsky in mostra a Firenze

In arrivo a Palazzo Strozzi Jackson Pollock, Max Ernst, Marcel Duchamp e Man Ray, i grandi nomi dell’arte del novecento faranno parte di una mostra con questi e di molti altri artisti.

Dal 19 marzo al 24 luglio 2016 arriva Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim. Oltre cento capolavori dell’arte europea e americana tra gli anni venti e gli anni sessanta del Novecento, nel segno delle figure dei collezionisti americani Peggy e Solomon Guggenheim.

Nel febbraio 1949, Peggy Guggenheim, decise di mostrare proprio a Palazzo Strozzi la collezione che poi troverà a Venezia la definitiva collocazione.

Hedda Gabler

Teatro a Firenze

Teatro a Firenze

Sabato 12 (alle 21) e domenica 13 dicembre (alle 17.15) il Teatro dell’inutile e le Formiche portano in scena Hedda Gabler di H. Ibsen, per la regia di Giovanni Barile.
Appuntamento al Teatro Nuovo Sentiero per la prima dell’opera.

Perché mettere in scena “Hedda Gabler”, di Ibsen, la cui prima rappresentazione risale al 1898, a Londra? L’opera induce riflessioni di costante attualità, nel senso che esse sono proprie del consesso umano: quanto contano i miei sogni nell’ambito della società in cui vivo? Come rapporto ciò che sento in me, dentro di me, con l’universo che mi è esterno e che è definito da regole e paradigmi, con cui devo venire a patti, che cambiano continuamente? Nella vita che conduco fatta di scelte, quante sono e sono state effettivamente “scelte”?
La matrice comune di queste domande è ciò che intriga: il rapporto di verità tra uno e se stesso e quindi tra uno e la società; le infinite possibilità e combinazioni di rapporti tra il mondo interiore e quello esteriore essendo entrambi in un mutamento continuo, imprevedibile e rapido che rende quasi utopico un equilibrio, per quanto dinamico, tra di essi.
L’opera mette in scena un esempio che mostra il rischio che si può correre quando nel corso di una vita vissuta in un passabile, magari un po’ faticoso, equilibrio accade un fatto imprevisto, impensabile, che rompe lo stato delle cose rivelando crepe insostenibili e fatali e in quella esistenza; dunque un quadro che non ha una collocazione temporale definita ma che è stato vero ieri, che certo lo è oggi e che ancor di più lo sarà domani, dato che esso pone il problema della verità nell’esistenza umana.
Info: LinkFB

Lo schermo dell’arte 2015

Schermo dell'arte Film Festival a Firenze

Schermo dell’arte Film Festival a Firenze

Lo schermo dell’arte Film Festival – VIII edizione
Firenze, Cinema Odeon, Palazzo Strozzi – Strozzina, Aula Magna del Rettorato Università di Firenze
18 – 22 novembre 2015
inaugurazione: Strozzina 17 novembre, ore 18.30
Festival Opening Night: Cinema Odeon, 18 novembre, ore 21

Tanti gli eventi in programma quando sabato 21 novembre alle 21.45 Lisa Immordino Vreeland presenterà il film su Peggy Guggenheim al Cinema ODEON.
www.schermodellarte.org
info@schermodellarte.org
facebook: Lo schermo dell’arte #schermoarte @schermoarte

Visio alla Strozzina

Lo schermo dell'arte a Firenze

Lo schermo dell’arte a Firenze

L’arte contemporanea torna a Palazzo Strozzi con VISIO. Next Generation Moving Images (Strozzina, Palazzo Strozzi, 17 novembre‐20 dicembre 2015), mostra dedicata alle opere video di 12 artisti internazionali under 35 partecipanti alla IV edizione di VISIO European Programme on Artists’ Moving Images, progetto promosso da Lo schermo dell’arte Film Festival e a cura di Leonardo Bigazzi.

L’inaugurazione si terrà martedì 17 novembre alle 18.30, in occasione della VIII edizione de Lo schermo dell’arte Film Festival, a Firenze dal 18 al 22 novembre.
La mostra propone uno sguardo sulla produzione di film e video di una nuova generazione di artisti, tutti nati negli anni Ottanta, che hanno vissuto la transizione completa da analogico a digitale, la diffusione di internet come immenso archivio da cui attingere e come canale di distribuzione dei propri lavori, e lo sviluppo di tecnologie video sempre più sofisticate ma allo stesso tempo disponibili su dispositivi portatili come cellulari o tablet. L’esposizione permetterà di confrontarsi con diversi formati e supporti, dai video su monitor fino alle videoinstallazioni a più canali, riflettendo sull’approccio contemplativo o sul ruolo partecipativo dello spettatore nei confronti delle immagini in movimento.

Parte degli spazi espositivi sarà dedicata a seminari, incontri e laboratori, che proseguiranno tutti i giovedì fino al termine della mostra.
Con l’intento di creare nuove opportunità e stimolare un confronto tra professionisti a livello internazionale, gli artisti selezionati per VISIO European Programme on Artists’ Moving Images seguiranno le proiezioni e le lectures del programma ufficiale dello Schermo dell’Arte Film Festival 2015 dal 18 al 22 novembre, confrontandosi con gli ospiti, tra cui Martial Raysse e Runa Islam, e parteciperanno ad un ciclo di seminari volti ad approfondire le tematiche inerenti la loro pratica artistica.

ingresso gratuito – maggiori informazioni: www.strozzina.org