Escher a Pisa. Che aspettate?

Escher in mostra a Pisa

Escher in mostra a Pisa

Ultima chiamata. Va bene che i fiorentini non amano Pisa, ma Echer è un’ottima motivazione per scendere l’Arno fino quasi al mare. E c’è tempo solo fino al 28 gennaio 2018 per vedere quel geniaccio di Maurits Cornelis.
Il folle olandese è ospite di BLU | Palazzo d’arte e cultura con la mostra “Escher. Oltre il possibile”. Una completa rassegna di tutti gli ipnotici, sorprendenti e spiazzanti capolavori del grande artista, con il contributo di alcune curiose soluzioni espositive progettate dall’architetto Cesare Mari e grazie all’uso delle tecnologie e della multimedialità, una delle caratteristiche delle esposizioni organizzate a Palazzo Blu. Insieme al fascino coinvolgente del mondo di Escher, la mostra è l’occasione per ripercorrere le tappe della creatività dell’artista, soffermandosi in modo particolare sui lunghi e decisivi soggiorni in Italia, tra scenari naturali e memorie artistiche che segnarono in modo profondo il suo stile.

Il giovane Escher nel corso degli anni Venti e Trenta intraprende infatti numerosi viaggi in Italia, in particolare visita diverse città della Toscana. Organizzare una mostra di Escher a Pisa, la cui Università è da secoli un punto di riferimento internazionale nelle ricerche matematiche e scientifiche, è dunque anche un’occasione per interrogarsi sulle possibili fonti d’ispirazione della sua creatività.
Pur rimanendo a lungo un attento interprete del paesaggio, Escher esplora sempre più a fondo gli orizzonti dell’illusione visiva, attraverso composizioni di carattere geometrico o con la creazione di architetture “impossibili”.

La mostra si articola in nove sezioni: Volti, Animali, Oggetti e riflessi, Geometrie e ritmi, Paesaggi, L’artista, Architetture fantastiche, Nature, Autoritratti.

Orari: Lunedì – Venerdì: 10:00 – 19:00 – Sabato, Domenica e festivi: 10.00 – 20.00
Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

Biglietti: Intero: € 12 – Ridotto: € 10 (visitatori oltre i 65 anni e fino a 25 anni, portatori di handicap, convenzioni e gruppi).

Palazzo Blu Lungarno Gambacorti, 9, Pisa PI

Annunci

Roscoe Mitchell Sextet plays Coltrane

Roscoe Mitchell Sextet plays Coltrane

Roscoe Mitchell Sextet plays Coltrane

Pisa Jazz e Music Pool presentano: ROSCOE MITCHELL SEXTET Plays Coltrane.
La settimana parte con il ritmo giusto. Si tratta solo di andare a Pisa per Roscoe Mitchell Sextet plays Coltrane.

Roscoe Mitchell, sassofono contralto, sassofono soprano, sassofono sopranino, flauto
Mazz Swift, violino
Tomeka Reid, violoncello
Silvia Bolognesi, contrabbasso
Junius Paul, contrabbasso
Vincent Davis, batteria

Ingresso: 22/20 euro (più diritti di prevendita)
Prevendite online: http://bit.ly/2hW9RFp

Un progetto originale, che vede Mitchell attorniato da musicisti di indiscutibile rilevanza come la violoncellista Tomeka Reid, la violinista Mazz Swift, la contrabbassista Silvia Bolognesi, il contrabbassista, Junius Paul, il batterista Vincent Davis.

Geniale compositore e polistrumentista, fra le anime del multiforme e storico Art Ensemble of Chicago, Roscoe Mitchell non è solo un protagonista delle più creative avanguardie musicali africano-americane, ma un conoscitore profondo delle tradizioni della propria cultura, che affonda le radici nel jazz e nella sua storia. Mitchell, in occasione del cinquantenario della morte di John Coltrane, affronta alcune fra le più significative pagine coltraniane, rivivificandone lo spirito, cogliendone l’essenza e il più profondo significato, esaltandone la perenne modernità.

Ore 21-23. Cinema Nuovo – Piazza della Stazione, 16, 56125 Pisa

Pisa book festival 2014

Libri a Firenze

Libri che passione!

Da venerdì 7 fino a domenica 9 novembre arriva Pisa Book festival.

Un festival di editori indipendenti, un festival di grandi autori, di pagine scritte e illustrate, un festival di incontri e di idee…Lettori, non potete mancare!.

Tanti i temi, gli incontri e le novità di interesse a Palazzo dei Congressi a Pisa.

Il programma completo. LinkFB

Pisa Internet festival 2014

Pisa Internet festival 2013

Pisa Internet festival 2014

Da giovedì 9 ottobre fino a domenica 12 arriva a Pisa la rivoluzione digitale: 150 eventi, 200 ospiti nazionali e internazionali, 120 location in tutta la città, 62 laboratori, 30 start up e 20 nuove app per smarthphone e tablet. Sono questi i numeri di Internet Festival 2014 – Forme di futuro.

Tanti i temi, gli incontri e le novità di interesse. Il programma completo.

Andy Warhol a Pisa

Andy Warhol a Pisa

Andy Warhol a Pisa

Fino al 2 febbraio 2014 sarà visitabile al Palazzo Blu a Pisa la mostra “Andy Warhol – Una storia americana”, un percorso che rilegge la storia dell’artista icona della Pop Art, capace di scuotere il mondo accademico della pittura e della critica del secondo Novecento, modificando per sempre l’immagine dell’America e della società contemporanea.

La mostra propone 230 opere che ripercorrono l’itinerario creativo dell’autore, tra cui i celeberrimi ritratti di Marylin, Jacqueline Kennedy e  Mao Zedong. Info sulla mostra.

Andy Warhol a Pisa

Andy Warhol a Pisa

Andy Warhol a Pisa

Fino al 2 febbraio 2014 sarà visitabile al Palazzo Blu a Pisa la mostra “Andy Warhol – Una storia americana”, un percorso che rilegge la storia dell’artista icona della Pop Art, capace di scuotere il mondo accademico della pittura e della critica del secondo Novecento, modificando per sempre l’immagine dell’America e della società contemporanea.

La mostra propone 230 opere che ripercorrono l’itinerario creativo dell’autore, tra cui i celeberrimi ritratti di Marylin, Jacqueline Kennedy e  Mao Zedong. Info sulla mostra.

Andy Warhol a Pisa

Andy Warhol a Pisa

Andy Warhol a Pisa

Fino al 2 febbraio 2014 sarà visitabile al Palazzo Blu a Pisa la mostra “Andy Warhol – Una storia americana”, un percorso che rilegge la storia dell’artista icona della Pop Art, capace di scuotere il mondo accademico della pittura e della critica del secondo Novecento, modificando per sempre l’immagine dell’America e della società contemporanea.

La mostra propone 230 opere che ripercorrono l’itinerario creativo dell’autore, tra cui i celeberrimi ritratti di Marylin, Jacqueline Kennedy e  Mao Zedong. Info sulla mostra.