Temporary Vintage & Art Market: 3 weekend di eventi al Visarno!

Temporary vintage and art market a Firenze

Temporary vintage and art market a Firenze

Vintage e artigianato per trovare regali unici senza stress e problemi di parcheggio. Nove giorni di eventi con musica, cibo e birra per godersi il lato migliore del Natale.

Dopo i successi delle edizioni di settembre torna al Visarno la versione invernale del Temporary Vintage & Art Market. Un evento che vi accompagnerà per i tre fine settimana cruciali del periodo natalizio.

Tanto vintage, ma non solo! Anche i migliori prodotti di artigianato, oggettistica, gioielli, arte, vinili e molto altro ancora. Pezzi unici e prodotti fatti a mano per un Natale originale e divertente.
I migliori stand di vintage porteranno i loro capi migliori: borse, occhiali, vestiti e tanti accessori. Ampio spazio alla moda anni ‘80 e ‘90 e allo street wear con stand specializzati e pezzi imperdibili a ottimi prezzi. Tanto artigianato con bellissimi prodotti fatti a mano per regali unici, con un occhio anche all’ambiente: stand dedicati a prodotti di qualità ma realizzati con tecniche e materiali di riciclo e riuso.

Appuntamento al Visarno, nel parco delle Cascine dove, lontano dal caos del centro e senza problemi di parcheggio, sarà possibile trascorrere piacevolmente un lungo fine settimana, tra market e molti altri eventi. Il Market sarà infatti ospitato all’interno di Visarno Christmas: festival con eventi dedicati ogni fine settimana: birre artigianali, street food e un fine settimana dedicato a vinili e fumetti da collezione, con tante iniziative, musica dal vivo ed eventi correlati.

Date e orari:

Dal 15 al 17 dicembre – Orario 16:00 – 24:00 il venerdì, 12:00 – 23:45 sabato e domenica

Dal 21 al 23 dicembre – Orario 12:00 – 23:45 per i 3 giorni: giovedì, venerdì e sabato

Dal 5 al 7 gennaio – Orario 16:00 – 24:00 il venerdì, 12:00 – 23:45 sabato e domenica

Il tutto ovviamente ad ingresso libero.


Il Visarno è facilmente raggiungibile con la tramvia (fermata “Cascine”) e il bus (n. 60 e 17C) oltre ad avere tanti posti auto liberi nel Piazzale delle Cascine e nelle vicinanze.

Per info: pimpmyvintage@gmail.com

Annunci

Natale: scegli un regalo unico come te!

A Natale scegli un regalo unico e fatto a mano!

A Natale scegli un regalo unico e fatto a mano!

Il Natale si avvicina, ma quest’anno puoi dare un senso diverso alla festa e ai tuoi regali. Come? Scegli un regalo unico! Lascia da parte i prodotti in serie e preferisci qualcosa di originale e magari fatto a mano. Ecco 10 buoni motivi per scegliere un regalo handmade:

1. È originale. Ogni creazione fatta mano è diversa dall’altra e questo la rende speciale. Nessuno avrà regalato un oggetto come il tuo.

2. È fatto da una persona che ama quello che fa. Ogni creazione è realizzata con passione, amore e cura per il dettaglio. Il creativo, l’artigiano o il designer mette il suo nome, la faccia e soprattutto il cuore in quello che fa.

3. È un chiaro messaggio
. Quando regali a qualcuno un oggetto fatto a mano, stai dicendo a quella persona che si merita qualcosa di unico e di speciale. Non gli stai donando un qualsiasi pezzo di plastica, ma tutto l’amore, l’attenzione, la maestria dedicata a quell’oggetto mentre veniva creato.

4. Crea un rapporto diretto con il creativo
. Comprare un oggetto fatto a mano dà l’opportunità di conoscere la persona che lo ha realizzato ed è una cosa molto importante. È anche un modo diverso di fare acquisti, molto più consapevole.

5. Sostiene la creatività
. Hai l’opportunità di premiare il talento, la passione, la cura. Quando acquisti una creazione fatta a mano, è come se tu stessi dicendo all’artista: Bravo, mi piace quello che fai!

6. Evita inutili passaggi di soldi
. Quando compri direttamente dal creativo il denaro non fa passaggi e il prezzo non si gonfia: quello che paghi è il vero valore dell’oggetto e il dovuto va direttamente nelle mani di chi  lo ha pazientemente creato.

7. Incoraggia a coltivare le tradizioni. Gli oggetti artigianali spesso sono il frutto di attività manuali che stanno scomparendo. Acquistare un oggetto fatto a mano è l’unico modo per non far morire tecniche antiche che in pochi sanno fare.

8. Sostiene le realtà locali.
 Scegliere artigiani locali è una scelta consapevole, un segno importante di sostegno a chi produce cultura, a una piccola realtà che vuole realizzare il suo sogno e non una multinazionale che produce per arricchirsi.

9. È un regalo anche per l’ambiente
. Spesso per creare un oggetto fatto a mano si usano materiali riciclati, di scarto o oggetti che altrimenti verrebbero gettati. Il creare a mano limita l’uso macchinari e prodotti chimici riducendo la produzione di rifiuti.

10. È energia positiva.
L’artigiano, l’artista e il creativo, amano ognuno degli oggetti che creano, perché oltre alla fatica delle mani ci mettono l’anima. Un regalo fatto a mano porta con sé un po’ di quella energia positiva che contiene e la diffonde agli altri. E cosa c’è di più bello che donare energia alle persone che amiamo?

Dove trovi tutto questo? Non c’è che l’imbarazzo delle scelta (e non dovrai aspettare il prossimo black friday). Se non conosci direttamente artigiani puoi trovarli ai mercati dedicati a Firenze o ad eventi di settore come il Temporary Vintage & Art Market o molti altri che soprattutto durante il periodo natalizio si trovano in città!

Folco Terzani al Bazar di Natale a Firenze

Festa di Natale Scuola Waldorf di Firenze

Festa di Natale Scuola Waldorf di Firenze

Domenica 3 dicembre dalle 11:00 alle 18:00
Siete tutti invitati al “Bazar di Natale” della scuola Waldorf-Steiner. Ospite speciale
Folco Terzani che donerà la magica atmosfera del suo nuovo libro “Il Cane, il Lupo e Dio” in uno spazio dedicato durante l’evento (ore 12.00).
Cos’è la scuola Waldorf-Steiner? L’obiettivo della pedagogia Waldorf è di favorire lo sviluppo dell’uomo nella sua completezza e versatilità, basate su una libertà creativa ed una fiducia di fondo.
Per chi la conosce sarà un modo per approfondire, per tutti gli altri gli occasione di scoprire un nuovo metodo di insegnamento e apprendimento.
“Ci sono soltanto tre modi efficaci per educare: con la paura, con l’ambizione, con l’amore. Noi rinunciamo ai primi due.” – Rudolf Steiner
La scuola Waldorf-Steiner di Firenze, presso la sede di Via Gioberti 67 (vicino al centro), accoglie alunni dei cicli di materna, elementari e medie.

Sarà la musica ad aprire l’evento fin dalle 11.00 per chiuderlo poi alle 18. Un percorso fatto di candele vi guiderà fino al cortile dove potrete scoprire la scuola interamente addobbata con ghirlande e corone realizzate a mano.

Sarete accolti dagli artigiani che vi spiegheranno come si realizza un cestino, come creare dei cosmetici naturali, come comporre splendidi bouquet natalizi con intrecci, rami , bacche colorate, pigne e fiori natalizi. Lasciatevi conquistare dagli antichi giochi in legno e se a fine giornata sarete stanchi vi potrete sedere a fare due chiacchiere attorno ad un braciere.

Non mancherà il cibo, fin dal mattino con tantissime torte tradizionali e a seguire, pietanze natalizie, biologiche e biodinamiche ma anche snack e spuntini.

E ancora: spettacoli teatrali, “laboratorio dei biscotti”, falegnameria, laboratorio di candele in cera d’api, la “ Stanza delle meraviglie”, la bancarella medievale, corone dell’Avvento, live painting, arte, fotografia, corso di pittura, piante natalizie e bellissime idee per i regali di Natale.

Appuntamento in Via Vincenzo Gioberti, 67 a Firenze

Una serata a tutta birra a Italian Tapas

Il benvenuto inizia con Leffe: una serata a tutta birra a Italian Tapas

Il benvenuto inizia con Leffe: una serata a tutta birra a Italian Tapas

Pronti per una serata a tutta birra?
Giovedì 30 novembre arriva a Firenze un speciale evento targato Leffe!
Con lo stesso spirito dei monaci dell’abbazia di Leffe, che fin dal 1200 accoglievano i pellegrini rigenerandoli con una sana birra, le porte di Italian Tapas si apriranno per dare il benvenuto ai moderni pellegrini che arriveranno stanchi: ospitalità e dell’ottima birra per avvicinarsi al fine settimana con nuove energie! In omaggio l’originale calice Leffe.

La birra sarà al centro della serata con un bellissimo gadget: l’originale calice Leffe che sarà regalato a chi beve la birra.

Appuntamento in via Sant’Agostino, 11/r, a due passi da Santo Spirito a Firenze.

Info e prenotazioni: 055 098 2738 – facebook.com/italiantapas

Critical mass di novembre

Biciclette a Firenze. Una nuova rivoluzione?

Biciclette a Firenze. Una nuova rivoluzione?

Quante volte vi è capitato di ritrovarvi imbottigliati nel traffico fiorentino? Sicuramente tante se usate la macchina, a volte è un incubo anche col motorino. Eppure la città sarebbe perfetta per un altro mezzo, agile e veloce, oltre che economico ed ecologico. Sì, stiamo parlando della bici!
Un messaggio che una volta al mese viene ribadito dalla Critical Mass. Se non sapete cosa sia nessuno problema, ecco la loro definizione:

La massa critica (spesso chiamata col termine inglese critical mass) è un raduno di biciclette che, sfruttando la forza del numero (massa), invadono le strade normalmente usate dal traffico automobilistico. Se la massa è sufficiente (ovverosia critica), il traffico non ciclistico viene bloccato anche su strade di grande comunicazione, come viali a più corsie. Nonostante questa descrizione, la massa critica è un fenomeno di difficile definizione, trattandosi di evento spontaneo privo di struttura organizzativa formalizzata. Il fenomeno si è sviluppato, a partire da San Francisco dove nel 1992 si svolse la prima critical mass, in molte grandi città e consiste in appuntamenti convenzionali (“coincidenze organizzate”) di ciclisti che attraversano insieme tratti di percorso urbano in sella ai loro mezzi“.

Se siete curiosi di vederla o, meglio ancora, di sperimentarla niente di più facile: appuntamento ogni ultimo giovedì del mese (quindi il 30 novembre ad esempio) con ritrovo in Santissima Annunziata e partenza alle 19.

Tra 5 anni: immagini dei nuovi cittadini

Mostra fotografica “TRA 5 ANNI…” ​sul progetto Sprar di Firenze

Mostra fotografica “TRA 5 ANNI…” ​sul progetto Sprar di Firenze

Raccontare attraverso la lente della fotografia una realtà che in pochi conoscono, quella dei beneficiari del progetto Sprar di Firenze.

Il progetto fotografico ​di Agnese Mosi sarà inaugurato sabato 25 novembre 2017, alle 17.30, presso la Casa del Popolo di Settignano. Con la la mostra “TRA 5 ANNI…” ​la fotografa ha voluto raccontare la quotidianità delle persone residenti a Villa Pieragnoli, cogliendone aspirazioni, piccole soddisfazioni quotidiane, sogni, desideri.

Attraverso i volti rappresentati, ​Agnese ci accompagna nello svolgersi delle giornate dei nuovi cittadini, fatte di impegni, passioni e attività che esprimono il desiderio di “far parte”, non ospiti, ma cittadini attivi.

L’inaugurazione sarà anche l’occasione per sapere qualcosa in più del progetto SPRAR e dei percorsi di integrazione socio-economica promossi in collaborazione con i beneficiari.

Sarà offerto un piccolo aperitivo.

Le foto resteranno esposte fino al 23 Dicembre.

Ingresso libero.

Waxmore: apre laboratorio e show room!

Waxmore: nuovo laboratorio e show room a Firenze!

Waxmore: nuovo laboratorio e show room a Firenze!

Ci sono progetti che ti emozionano da subito e che non puoi fare a meno di seguire e condividere. Come WAXMORE, una linea di abbigliamento lifestyle, arredamento e abiti da lavoro made in Italy realizzata con tessuti italiani e stoffe african cotton wax print

La linea è originale, bella e perfettamente artigianale. Ma il vero cuore di tutto questo è l’idea di un progetto circolare che parte e torna in Africa: l’Italia, Firenze, è un fulcro attorno a cui ruotano sistemi più ampi, interconnessi tra loro. E così alla produzione si affiancando la formazione di richiedenti asilo e il sostegno a progetti in Africa.

E adesso, ad un anno dalla nascita del brand, WAXMORE inaugura il suo nuovo laboratorio e show-room: appuntamento per sabato 18 novembre, dalle 16 alle 21, presso Le Nove Botteghe di Via Vincenzo Gioberti 61-65, a Firenze.
WAXMORE infatti è un brand ma anche un innovativo progetto di Responsabilità Sociale d’Impresa: da febbraio a luglio 2017 quattro richiedenti asilo dei centri di accoglienza di Firenze e Prato hanno svolto un tirocinio con stage “Voglio Fare il Sarto” della durata di 800 ore in taglio, moda e cucito: un percorso per dare competenze spendibili in Italia e nei Paesi di origine.  Due studenti, Ousman e Youssif, adesso collaborano con WAXMORE: una riposta reale e positiva per dire che il progetto pilota ha funzionato.
Lo staff, quasi tutto al femminile a cui si sono aggiunti da poco due apprendisti sarti migranti, presenterà sabato il nuovo laboratorio. Un open space dove sarti, modelliste, stilista e responsabile comunicazione lavorano ogni giorno insieme, e un luogo di vendita aperto al pubblico per poter scegliere, provare e acquistare il proprio capo e conoscerne la storia.
WAXMORE è nato a dicembre 2016 da un’idea di Maria Cristina Manca, antropologa e stilista,  tutta la linea è pensata unendo sapientemente colore e tinta unita, creando capi unici, di fattura artigianale e di grande originalità. Si possono acquistare gli abiti tra i modelli proposti, scegliendo la stoffa che meglio valorizzi il proprio look.
L’inaugurazione del nuovo spazio dalle 16 di sabato 18 novembre: insieme all’aperitivo e a tanta musica, sarà offerta la possibilità di provarsi tutta la nuova collezione autunno/inverno scegliendo i giusti abbinamenti consigliati dalla stilista e creatrice del brand.
Dal giorno dell’inaugurazione WAXMORE sarà aperto dal martedì al sabato dalle 10 alle 20; per il mese di dicembre sono previste anche aperture festive e domenicali.

Info: http://www.waxmore.it/ – facebook.com/waxmoreofficial