‎David Hockney dalla Royal Academy al Pecci

‎David Hockney dalla Royal Academy of art al Pecci

‎David Hockney dalla Royal Academy of art al Pecci

Il 30 e 31 gennaio David Hockney dalla Royal Academy of Arts al Pecci di Prato.

Il docufilm (Gbr, 2017; di Phil Grabsky; 90′; vers.it.) racconta le due grandi mostre dedicate all’artista negli ultimi cinque anni dalla Royal Academy of Arts di Londra. David Hockney – uno degli artisti britannici più famosi al mondo – ha un rapporto unico con la Royal Academy ( di cui è membro dal 1991) per i cui spazi realizza le due mostre ad hoc, trasformandole in due eventi spettacolari. Le sue esposizioni a Londra, Parigi, New York attraggono sempre un numero altissimo di visitatori e ora gli spettatori avranno modo di conoscere anche su grande schermo uno dei maestri del 21° secolo, l’artefice di opere iconiche come “A Bigger Splash” e “A Closer Grand Canyon”, ascoltando l’intervista all’artista a cura di Tim Marlow, Direttore Artistico della Royal Academy of Arts.

Hockneyavrà modo di raccontare il suo primo viaggio all’estero, in Egitto nel 1963, il dolore per la morte dell’amico Jonathan Silver e le tecniche innovative che sta abbracciando in questi anni, come disegni e video realizzati con l’iPad. Ad arricchire il percorso anche i pareri dei critici d’arte Martin Gayford e Jonathan Jones, e quelli di Edith Devaney (Senior Contemporary Curator della Royal Academy of Arts) che posò due volte per l’artista.

30 Gennaio proiezione dalle 18:15 alle 19:45 e dalle 20:00 alle 21:30
31 gennaio dalle 20:00 alle 21:30

Biglietto
intero 10
ridotto 8

Annunci

Svalbard soviet era: Leica Exhibition

Leica exhibition - svalbard soviet era - foto di Clara Vannucci

Leica exhibition – svalbard soviet era – foto di Clara Vannucci

Svalbard Soviet Era di Clara Vannucci

Per gran parte del periodo successivo alla Seconda Guerra Mondiale,
i russi sono stati la nazionalità dominante nell’arcipelago delle Svalbard, isole situate a metà strada tra la terra norvegese e il Polo Nord, amministrate dalla Norvegia ma in realtà aperte allo sfruttamento minerario ai quaranta paesi che hanno firmato il trattato di Svalbard nel 1920.

Un tempo fiorente insediamento minerario, Pyramiden è stata quasi completamente abbandonata da quando è stata chiusa nel 1998. La cultura, l’architettura e la politica sovietica permeano la città, dagli edifici al busto di Lenin, la statua più settentrionale del mondo del rivoluzionario comunista.

La città fantasma ospita solo sei residenti che lavorano nell’unico hotel, solo pochi anni fa ha riaperto al turismo. Recentemente l’hotel è stato onorato dalla visita di un ospite speciale: un orso polare che è entrato nell’edificio rompendo una finestra e ha successivamente giocato con le bottiglie Wodka del bar.
Solo una delle decine di storie romaniche che pervadono questo avamposto bianco. Affascinante come le architetture abbandonate dell’insediamento delle miniere di carbone, è lo straordinario paesaggio polare che lo circonda. Scogliere coperte di metri di neve si riflettono nelle acque dei fiordi; una volta ogni tanto, trichechi solitari fanno la loro apparizione inaspettata dal ghiaccio, piccole macchie marroni in un paradiso artico altrimenti completamente bianco-blu

Inaugurazione venerdì 19 gennaio dalle 18:00 alle 20:00
Leica Store Firenze – Vicolo dell’Oro 12/14 Rosso, 50123 Firenze
www.claravannucci.com

Secret Vintage Market

Secret Vintage Market a FirenzeI mercatini vintage piacciono a tutti, ma questo è un evento unico. Una casa molto speciale aprirà le sue porte per accogliere amanti della moda, del design ma anche tanti curiosi. In vendita arredi, abiti, accessori e complementi d’arredo, tutto rigorosamente vintage… con qualche pezzo nuovo unico.

Appuntamento sabato 27 e domenica 28 gennaio a Firenze. Prendetevi un po’ di tempo per scoprire una location totalmente inedita in Oltrarno, facilmente raggiungibile ma fuori dal caos.

La smodata passione della padrona di casa per pezzi vintage unici e ricercati, renderà ancor più unica la visita. E non perdete l’occasione, ci sono solo questi due giorni a disposizone!

Orari: sabato 27 (12:00 – 19:30) e domenica 28 (12:00-18:00).

L’esatta location sarà svelata all’ultimo minuto. Se volete saperlo in anteprima registratevi su: http://bit.ly/restaggiornato
Qui l’evento FB: https://www.facebook.com/events/152756765503521/

Bollicine e tapas per festeggiare insieme!

Tapas e bollicine per festeggiare un anno di Italian Tapas a Firenze!

Tapas e bollicine per festeggiare un anno di Italian Tapas a Firenze!

Giovedì 14 dicembre Italian Tapas invita tutti ad una serata speciale!
È il primo anno del locale e i ragazzi del hanno decido di festeggiare questa bellissima avventura in ottima compagnia, con tanti amici, bollicine e, ovviamente, tapas!
Per una serata sarà possibile assaggiare, in versione pinchos, 5 diverse tapas dal nuovo menù. E per brindare non mancheranno certamente le bollicine, anche in questo caso una speciale selezione: 2 bollicine di ViNoi, che seleziona le migliori realtà nazionali, e due birre artigianali stagionali, L’Equilibrista e la 25 Dodici di Birra del Borgo, una delizia per il palato e un’eccellenza del Made in Italy.
E una selezione speciale anche delle tapas del nuovo menù, per avere una bella panoramica dei piatti in carta e capire meglio cosa sia una tapas italiana. Un concetto che ci racconta lo chef Giulio Scheggi “Fare tapas italiane per noi significa andare nella direzione della qualità, del gusto, della ricerca e dell’innovazione costante.
Per noi l’importante è che emerga quello che è lo spirito e la filosofia delle tapas, ovvero condividere: un piatto che può essere messo in mezzo alla tavola è un invito alla convivialità  tra i commensali e alla condivisione di un gusto, di esperienza e di un momento particolare. Questo è il messaggio che vogliamo far passare e siamo certi che se chi viene a trovarci si approccia alla tavola in questo modo ne godrà a pieno anche lui”.

La serata inizierà dalle 18.30 per proseguire, tra brindisi e pinchos, fino alle 23.30.
In occasione della serata sarà possibile gustare 5 diversi pinchos accompagnati da 2 bollicine di Vinoi e 2 birre del Borgo al prezzo speciale di 15 euro.
Evento realizzato in collaborazione con ViNoi e Birra del Borgo.

Italian Tapas è in via Sant’Agostino 11R, a due passi da Santo Spirito.
Per info e prenotazioni: 055 098 2738

Una serata a tutta birra a Italian Tapas

Il benvenuto inizia con Leffe: una serata a tutta birra a Italian Tapas

Il benvenuto inizia con Leffe: una serata a tutta birra a Italian Tapas

Pronti per una serata a tutta birra?
Giovedì 30 novembre arriva a Firenze un speciale evento targato Leffe!
Con lo stesso spirito dei monaci dell’abbazia di Leffe, che fin dal 1200 accoglievano i pellegrini rigenerandoli con una sana birra, le porte di Italian Tapas si apriranno per dare il benvenuto ai moderni pellegrini che arriveranno stanchi: ospitalità e dell’ottima birra per avvicinarsi al fine settimana con nuove energie! In omaggio l’originale calice Leffe.

La birra sarà al centro della serata con un bellissimo gadget: l’originale calice Leffe che sarà regalato a chi beve la birra.

Appuntamento in via Sant’Agostino, 11/r, a due passi da Santo Spirito a Firenze.

Info e prenotazioni: 055 098 2738 – facebook.com/italiantapas

Waxmore: apre laboratorio e show room!

Waxmore: nuovo laboratorio e show room a Firenze!

Waxmore: nuovo laboratorio e show room a Firenze!

Ci sono progetti che ti emozionano da subito e che non puoi fare a meno di seguire e condividere. Come WAXMORE, una linea di abbigliamento lifestyle, arredamento e abiti da lavoro made in Italy realizzata con tessuti italiani e stoffe african cotton wax print

La linea è originale, bella e perfettamente artigianale. Ma il vero cuore di tutto questo è l’idea di un progetto circolare che parte e torna in Africa: l’Italia, Firenze, è un fulcro attorno a cui ruotano sistemi più ampi, interconnessi tra loro. E così alla produzione si affiancando la formazione di richiedenti asilo e il sostegno a progetti in Africa.

E adesso, ad un anno dalla nascita del brand, WAXMORE inaugura il suo nuovo laboratorio e show-room: appuntamento per sabato 18 novembre, dalle 16 alle 21, presso Le Nove Botteghe di Via Vincenzo Gioberti 61-65, a Firenze.
WAXMORE infatti è un brand ma anche un innovativo progetto di Responsabilità Sociale d’Impresa: da febbraio a luglio 2017 quattro richiedenti asilo dei centri di accoglienza di Firenze e Prato hanno svolto un tirocinio con stage “Voglio Fare il Sarto” della durata di 800 ore in taglio, moda e cucito: un percorso per dare competenze spendibili in Italia e nei Paesi di origine.  Due studenti, Ousman e Youssif, adesso collaborano con WAXMORE: una riposta reale e positiva per dire che il progetto pilota ha funzionato.
Lo staff, quasi tutto al femminile a cui si sono aggiunti da poco due apprendisti sarti migranti, presenterà sabato il nuovo laboratorio. Un open space dove sarti, modelliste, stilista e responsabile comunicazione lavorano ogni giorno insieme, e un luogo di vendita aperto al pubblico per poter scegliere, provare e acquistare il proprio capo e conoscerne la storia.
WAXMORE è nato a dicembre 2016 da un’idea di Maria Cristina Manca, antropologa e stilista,  tutta la linea è pensata unendo sapientemente colore e tinta unita, creando capi unici, di fattura artigianale e di grande originalità. Si possono acquistare gli abiti tra i modelli proposti, scegliendo la stoffa che meglio valorizzi il proprio look.
L’inaugurazione del nuovo spazio dalle 16 di sabato 18 novembre: insieme all’aperitivo e a tanta musica, sarà offerta la possibilità di provarsi tutta la nuova collezione autunno/inverno scegliendo i giusti abbinamenti consigliati dalla stilista e creatrice del brand.
Dal giorno dell’inaugurazione WAXMORE sarà aperto dal martedì al sabato dalle 10 alle 20; per il mese di dicembre sono previste anche aperture festive e domenicali.

Info: http://www.waxmore.it/ – facebook.com/waxmoreofficial

Giacomo Iezzi: foto in mostra a Firenze

Giacomo Iezzi: foto in mostra a Firenze

Giacomo Iezzi: foto in mostra a Firenze

Uno sguardo attento, acuto, senza dubbio singolare. Giacomo Iezzi, in qualunque veste lo abbiate conosciuto, non vi avrà lasciato indifferenti. E adesso l’occasione di scoprire il il suo modo di vedere il mondo attraverso le sue foto.

A partire dal 5 novembre, infatti, Giacomo Iezzi ci accompagna in un percorso fotografico dallo straordinario impatto visivo, fatto di immagini in bianco e nero. Attraverso paesaggi, torrenti, montagne, boschi, ci invita a ripensare lo scenario naturale introspettivo che un osservatore si trova a sperimentare ogni volta che entra in contatto con i fenomeni naturali.

Viaggiatore e osservatore, in questi recenti scatti Giacomo Iezzi, ci riporta la natura come elemento ricorrente, una natura che altrimenti non avrebbe modo di esprimersi, tanto la società in cui siamo affogati tende a gettare nell’oblio il pianeta in cui viviamo.

La nostalgia che ne emerge nel cogliere in modo non premeditato ogni casuale suggerimento visivo, attraverso questi paesaggi incontaminati, porta con sé la speranza di un cambio di tendenza della coscienza umana…
_

INAUGURAZIONE
domenica 5 novembre ore 17.30 – 21.00

APERTURA MOSTRA
martedì > venerdì 15.30 – 18.30
sabato 16.00 – 19.00
domenica 16.00 – 21.00
lunedì chiuso

79rosso • Mostre e Residenze artistiche
via dei Serragli 79r, 50124 Firenze